Spedizione gratuita in Germania a partire da 70€

DURATA DI CONSERVAZIONE E CONSERVAZIONE DELLE BRODO

Un brodo gustoso è molto salutare e una delizia culinaria – ma fare il proprio brodo richiede anche molto lavoro e, soprattutto, tempo. Per questo motivo ha senso produrre più litri contemporaneamente. E se non riuscissi a mangiare il tuo brodo in un pasto? Si tiene in frigorifero per qualche giorno senza problemi. Se non siete in grado di utilizzarli durante questo periodo di tempo, ci sono diversi modi per conservarli e renderli durevoli. In questo articolo imparerete di più su questi argomenti: 

1. periodo di conservazione del brodo
2. Raffreddare correttamente il brodo
3. Congelare il brodo
4. Ridurre il brodo/a>
5.
Brodo secco – crea il tuo brodo in polvere

1. periodo di conservazione del brodo

Dovresti tenere il brodo in frigorifero. I brodi di carne, pollame, verdure e funghi possono essere conservati qui per 5-7 giorni senza problemi. Ma fate attenzione ai brodi di pesce, cozze e aragoste, che avreste dovuto consumare dopo 3-5 giorni. Nel congelatore, durano tutti diversi mesi.

2. raffreddare correttamente il brodo

Vuoi farti da solo il brodo, ma sei preoccupato che possa “ribaltarsi”, quindi potresti arrabbiarti? Questo accade quando i batteri entrano nel brodo – sia attraverso una pentola sporca o condimento con un cucchiaio già usato. I batteri crescono particolarmente bene in ambienti caldi e umidi – il brodo è quindi un terreno di coltura ideale. Se il brodo non si raffredda abbastanza rapidamente o se non viene conservato in un luogo fresco, i batteri si moltiplicano in modo particolarmente rapido. Questo può accadere anche se il coperchio è sulla pentola o se il tempo è caldo e umido. Assicuratevi quindi che la pentola sia pulita e usate sempre un cucchiaio non utilizzato per condire. Neanche le tue dita hanno posto nel brodo.

Dopo la cottura, lasciate raffreddare rapidamente il brodo con il coperchio inclinato. È anche possibile mettere la pentola in acqua fredda. Utilizzare anche una pentola in metallo e fissare una spatola in metallo tra la pentola e il coperchio per un raffreddamento più rapido. Non mescolare il brodo durante il raffreddamento! Questo è il modo in cui l’ossigeno che favorisce la crescita batterica entra nel corpo. Quindi non c’è molto che possa andare storto quando si fa il brodo da soli.

3. Congelare il brodo

Un brodo limpido e povero di grassi mantiene il prodotto surgelato per circa 4-6 mesi. Prima di congelare, pensate agli scopi per i quali volete usare il vostro brodo. I contenitori necessari per il congelamento dipendono da questo. Se volete bere il vostro brodo, usate bicchieri con una capacità da 400 a 500 millilitri. Se volete cucinare una zuppa, avrete bisogno di circa 1 o 2 litri di brodo. Per le salse o le pentole di verdura utilizzerete sicuramente solo piccole porzioni di brodo. Uno stampo per cubetti di ghiaccio è molto adatto a questo scopo. È meglio utilizzare contenitori in vetro, metallo o silicone alimentare. La plastica può contenere plastificanti, BPA o ftalati che possono essere presenti negli alimenti.

Una volta trovato il contenitore corrispondente, sei pronto per il decantazione. Prima di decantare, il brodo deve essere leggermente raffreddato e non più bollente. Assicuratevi di riempire il contenitore solo per circa tre quarti della sua capacità, poiché è noto che il liquido si espande durante il congelamento. Altrimenti, si verifica un incidente nel vostro freezer, e noi non lo vogliamo. È possibile congelare il brodo non appena raggiunge la temperatura ambiente. Oppure puoi metterli in frigorifero per una notte e metterli in freezer il giorno dopo. Può anche accadere che, anche se avete già sgrassato il vostro brodo, si formerà comunque uno strato di grasso sulla superficie quando si è completamente raffreddato (ad esempio durante la notte in frigorifero). Questo di solito accade con i brodi grassi di manzo, anatra, agnello o maiale. Togliere questo strato di grasso prima del congelamento, ma non gettarlo via. È possibile utilizzarlo come grasso di cottura per friggere bistecche, patate o verdure. Se si congela il brodo, non è necessario preparare ogni volta il proprio brodo e si dispone sempre di una base aromatica nello scomparto congelatore dove si conservano i buoni nutrienti. Potete leggere di più su questo argomento nell’articolo Ingredienti: cosa ce nel brodo?

4. Ridurre il brodo

Naturalmente, puoi far bollire il tuo brodo e renderlo duraturo. Il modo migliore per farlo è quello di utilizzare i classici occhiali Weck con anelli di gomma e morsetti, perché qui è possibile controllare chiaramente il vuoto risultante. Ma prima deve essere sterilizzato. 

Passo 1: Ridurre lo stock: Sterilizzare. 

La massima priorità quando si fa bollire il brodo è la sterilità assoluta. Non basta lavare i bicchieri della sveglia, nemmeno in lavastoviglie. È possibile immergere con cura i bicchieri e i coperchi in una grande pentola di acqua bollente e sterilizzarli. Tuttavia, si tratta di un metodo piuttosto complicato. E’ piu’ facile nel forno. Basta sterilizzare gli occhiali in forno a 140 gradi per 10 minuti. Cuocere i gommini in acqua con un po’ di aceto per circa 3 minuti. Dopo questa fase, è particolarmente importante che i germi che sono stati rimossi non migrino di nuovo sui vostri occhiali sterilizzati. Così d’ora in poi non dovrai più toccare l’interno con le mani, ma solo lavorare con utensili da cucina puliti. Altrimenti tutto lo sforzo è stato vano. 

Secondo passo: ridurre le scorte: Occhiali da riempimento 

Andiamo! E anche ora devi lavorare sodo. Il bordo del vetro deve essere completamente pulito quando è chiuso. Per questo motivo è meglio utilizzare un imbuto di riempimento e lasciare circa 2 cm sotto lo spazio sul bordo durante il riempimento. Se il vostro brodo è ancora molto caldo, dovete fare attenzione che i bicchieri non si rompano. Pertanto, non collocarli direttamente sul piano di lavoro, ma mettere sotto di essi un canovaccio da tè inumidito con acqua calda. Chiudere gli occhiali il più rapidamente possibile. 

Fase 3: bollire il brodo: Wecken 

Ora avete diverse opzioni per far bollire il brodo vero e proprio. Se non si dispone di una macchina per la conservazione automatica, è possibile metterla in pentola o in forno. 

Se si sceglie la variante nel vaso, i bicchieri possono essere impilati in esso, ma non devono mai toccare il fondo del vaso. Mettete una griglia o un strofinaccio sul fondo della pentola. Lo strato superiore dei bicchieri dovrebbe essere almeno 2/3 sotto l’acqua. Quando riempite l’acqua, assicuratevi che abbia una temperatura simile a quella del vostro brodo imbottigliato. In questo modo si evita che i bicchieri si screpolino a causa della differenza di temperatura e non falsifica il tempo per il servizio. Il tempo di ebollizione inizia quando l’acqua nella pentola inizia a bollire a fuoco basso. Un brodo limpido dovrebbe essere bollito a 100 gradi per 30 minuti. Se necessario, utilizzare un termometro. 

Per la versione in forno, mettete i bicchieri su un strofinaccio in una teglia profonda e riempiteli con acqua per circa 2 cm. Impostare il forno a 180 gradi (calore superiore/inferiore). Quando il brodo comincia a bolle nei bicchieri, cioè quando le bollicine salgono, spegnete la stufa, ma senza aprirla. Lascia gli occhiali dentro per altri 30 minuti. 

Non importa quale versione del brodo si sceglie di far bollire: In seguito potete lasciare raffreddare i bicchieri sugli strofinacci (anche in questo caso per il pericolo di saltare). Controllare se durante il processo di raffreddamento si è effettivamente formato un vuoto. Per i vasi Weck con anello in gomma, rilasciare i morsetti DOPO il raffreddamento, tenere il vaso per il coperchio in vetro e sollevarlo leggermente. Il coperchio dovrebbe essere saldamente appoggiato sul vetro, poi tutto ha funzionato perfettamente mentre lo stavi facendo bollire. Poi si etichetta il bicchiere e lo si mette sullo scaffale. 

5. Brodo secco – crea il tuo brodo in polvere

Se si vuole conservare il brodo, si può anche fare il brodo essiccato da soli. Il vantaggio: è facile da trasportare e può essere portato con sé quando necessario. Una cosa va detto in anticipo: la procedura richiede molto tempo e si ha bisogno di un essiccatore o di un essiccatore, come si usa per asciugare la carne o la frutta. E’ uno sforzo, ma ne vale la pena. Ed e’ cosi’ che si fa: 

  1. una volta che il brodo bollito si è raffreddato, rimuovere il grasso in eccesso eventualmente formatosi sopra.
    2. portare il brodo ad ebollizione a media temperatura in una grande casseruola sul fuoco. Lasciare bollire per circa 6 ore (la durata dipende dalla quantità di brodo). È possibile ridurre gradualmente il calore, se necessario, in modo che nulla bruci. 
    Tre. Ora hai una specie di pasta per l’infusione. Versare a strati di circa 0,3 mm di spessore sui cassetti dell’asciugatrice rivestiti di carta da forno. 
    Asciugare il brodo a 20,5 gradi per 14-24 ore. Alla fine, dovrebbe essere fragile. 
    5. Rompere il brodo secco in pezzi. Ora è possibile macinarli finemente in polvere in un frullatore o macinacaffè. 

Un cucchiaio di questo brodo secco produce circa 240 ml. Perché si dovrebbe prendere la briga e non semplicemente ricadere su un prodotto istantaneo dal supermercato, si impara nell’articolo Qualità: Qual è il miglior brodo? 

 

 

Vuoi saperne di più e avere una panoramica generale sul brodo argomento? Clicca qui per leggere l’articolo : BRODO – TUTTO CHE L’UOMO SAPE DEVE 

 

 

Fonti:

Brodo – Marco Canora

Superfood Knochenbrühe – Ariane Resnick

https://www.einkochhelden.de/wissen-rund-um-s-einkochen/wasserbad-schritt-für-schritt-anleitung/

https://feinschmeckerle.de/2013/04/03/bruehe-fond-einfach-einmachen-backofen/

#omaslieblingsu Instagram

Posta le tue foto su Instagram e tagga @bonebrox.

Con un po’ di fortuna puoi vincere un codice sconto del 10% e ti includeremo nella nostra Hall of Brox!

2019-10-18T09:42:11+02:00